.ITA | ENG | ESP | DEU | FRA  

Gianluca Magi
Home Bio Biblio Incognita gioco dell'eroe Video News Etc

Detti sulla Porta

 

«L'uomo è venuto al mondo con un compito preciso.
Questo è il suo scopo.
Se non lo compie, non avrà fatto nulla»

- Jalaluddin Rumi

 

 

In cima alla porta del mio studio si trova sempre una frase di benvenuto rappresentativa della mia visione del mondo.
Sono aforismi di pensatori diversi tra loro, alcuni orientali altri occidentali, altri miei.
Nei momenti migliori non saprei dire da chi sono stati scritti, se da me o da altri.
Di seguito alcune degli ultimi anni.


Ridendo Dicere Severum.

L'Uomo è infelice perché non sa di essere felice. Tutto qui!
Chi lo comprende sarà subito felice.

Ducunt fata volentem, nolentem trahunt.
(Il destino conduce dolcemente chi lo segue, trascina chi gli resiste).

Guai a chi si vergogna di non essere conforme all'ideale propostogli dalla società.

L'astinenza o la generosità non sono virtù, se ci si compiace o se si ama soffire per causa loro.

Ogni cosa si conosce dal suo opposto.

Puoi portare il cammello all'acqua, ma non puoi farlo bere.

Quando il cuore piange per ciò che ha perso, lo spirito ride per ciò che ha trovato.

Se ti concedi una cosa puoi rinunciarvi, se non te la concedi diverrà irrinunciabile.

A ben guardare, l'effetto preesiste alla causa. L'origine del mondo si trova nel futuro!

Dio abita dove lo si lascia entrare.

La mente può rendere l'inferno un paradiso e il paradiso un inferno.

Per un'ecologia della mente: nulla si scarta tutto si ricicla.

Perdendo la speranza, si trova la saggezza.

Legge dello sforzo inverso:
se trattieni il respiro, lo perdi;
se lo lasci andare, lo trovi.

 

 

 

Il saggio, poiché non mostra se stesso, risplende.

Come il bambù: più si leva in alto più è in grado di chinarsi in basso.

Chi vuol brillare si metta in ombra.

Chi vuol trovare la luce cerchi la radice dell'ombra.

L'abitudine a indugiare annienta l'abitudine a decidere.

Il vortice della frenesia nel quale non si sa che cosa far prima ha alle sue radici il non voler pensare.

Brillare come un astro senza timore di offuscare i pianeti

Il mondo come Sala degli Specchi: ogni cosa riflette la tua immagine

Nello sguardo limpido del bambino, in cui ogni particolare è un miracolo, si rivela il mondo

Ciò che si teme è sempre ciò che non si osa confessare di desiderare

Chi sfoggia, occulta

Non esistono problemi, almeno finché non li si fa diventare tali

Ciò che rende preziosa la vita è la sua incertezza

Chi riverisce la propria fazione e disprezza le altrui solo per attaccamento ad essa, in realtà, con tale condotta, infligge la più grave delle ferite alla propria parte.

Iocari serio et studiosissime ludere
Scherzare seriamente e con grandissima diligenza giocare.


Mail to Gianluca Magi